Elaborazione propriocettiva nel paziente ortopedico

PRESENTAZIONE DEL CORSO

Ad oggi il concetto di propriocezione non trova, in ambito letterario, una terminologia univoca che riesca a definirlo in modo esaustivo. Il termine fu coniato dal neurofisiopatologo inglese Charles Scott Sherrington (1857-1952) nel 1906, congiungendo i termini latini “receptus” (atto del ricevere) e “proprious” (da se stesso), per indicare la capacità del corpo di riconoscere la posizione di sé e delle sue parti nello spazio, nonché il loro movimento. Il concetto di propriocezione si è modificato nel corso del tempo, attraverso una serie di studi atti a comprenderne i meccanismi di acquisizione.

PROGRAMMA DEL CORSO

  • Il sistema Percettivo afferente – Evoluzione storica del concetto
  • Organizzazione e controllo dello stimolo Afferente
  • Le vie Efferenti del controllo neuromuscolare
  • Le componenti: Propriocezione; Meccanocezione; Esterocezione
  • Parte Pratica: Propriocezione – Meccanocezione – Esterocezione. Esercizi specifici
  • Interazione Vista/propriocezione
  • Parte Pratica: Valutazione degli strumenti di aumento percettivo ed utilizzo in sicurezza per il paziente

>> Scarica la scheda tecnica

FINALITA’ DEL CORSO – PROFESSIONALITA’ A CUI E’ RIVOLTO

Il corso è rivolto a:

  • Massofisioterapisti
  • MCB – Massaggiatore Capo Bagnino
  • Laureati in Scienze Motorie

DATA, DURATA, SEDE

Durata del corso: 8 ore (9:00-18:00)

Sede: BERGAMO
Data: 23/03/2019

DOCENTE DEL CORSO

Dott. Simone Cigolini

ISCRIZIONE

> Modulo d’iscrizione

2018 CENTRO STUDI SUPERIORI S.r.l. P.IVA/C.F. 02388300168 | Privacy Policy | Cookie Policy | CREDITS