Il percorso formativo

Requisiti di accesso

I percorsi formativi sono rivolti a cittadini italiani e stranieri, regolarmente presenti sul territorio italiano, i quali, all’atto dell’iscrizione, siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • Compimento del 18° anno di età;
  • Possesso di un Diploma di Scuola Secondaria di Secondo grado o di una Qualifica Professionale;
  • Per i cittadini stranieri: permesso di soggiorno (d.g.r. n. 7693/08) e Traduzione Asseverata/Dichiarazione di valore* (d.g.r. n. 5101/04);
  • Buona conoscenza della lingua italiana.

La relativa documentazione dovrà essere presentata all’Ente di formazione entro l’inizio del percorso formativo.

*I candidati stranieri o italiani in possesso di titolo di studio straniero dovranno inoltre consegnare diploma di maturità/laurea con traduzione asseverata (se conseguito in un Paese della Comunità Europea) o dichiarazione di valore (se Paese extra-UE) del Consolato o Ambasciata Italiana del Paese ove lo stesso è stato conseguito.

Il percorso formativo

Il percorso formativo annuale si sviluppa su 1.000 ore così suddivise:

  • 450 ore di teoria
    Sono previste lezioni in ambito socio-culturale, istituzionale e legislativo, lezioni riguardanti l’area psicologica e sociale ed infine l’area igenico sanitaria e tecnico-operativa.
  • 450 ore di tirocinio
    Il tirocinio è parte sostanziale del percorso di formazione e rappresenta una forma di apprendimento sul campo durante il quale lo studente sperimenta le proprie abilità a partire dalle conoscenze acquisite. Deve essere svolto in ambito ospedaliero e socio-sanitario, nei settori che prevedono l’inserimento della figura dell’O.S.S.
  • 100 ore di esercitazioni
    Lo studente sperimenta tecniche assistenziali attraverso simulazioni, svolte con idonei materiali e ausili. Le esercitazioni si collocano prima del tirocinio, come attività propedeutica allo stesso, durante e dopo il tirocinio, come sostegno ed elaborazione delle tecniche acquisite.

Giorni ed orari di frequenza

La frequenza è settimanale e prevista nei giorni di lunedì, martedì e mercoledì (18:00-22:50).

Gli esami intermedi e finali

Monitoraggio e verifiche didattiche intermedie

Il Comitato della didattica:

  • attua meccanismi di valutazione delle qualità di processo e prodotto formativo, attraverso l’ascolto degli studenti/docenti e la valutazione di questionari di gradimento appositamente somministrati agli allievi;
  • promuove adeguate azioni preventive e correttive in caso di non conformità rilevate da parte dei Docenti.

A livello strettamente formativo, durante il percorso, sono previste verifiche didattiche il cui scopo è quello di rendere evidente sia ai docenti che agli studenti il progressivo andamento scolastico.

L’esame finale

Al termine del percorso formativo annuale, previo superamento dell’esame finale, l’allievo ottiene l’Attestato di Qualifica di “Operatore Socio-Sanitario”.

Sono ammessi all’esame finale gli allievi che, a conclusione del percorso formativo, abbiano acquisito le competenze previste a giudizio dell’équipe dei docenti (Consiglio di classe) ed abbiano sostenuto la frequenza obbligatoria del 90%.

L’esame di accertamento finale si svolgerà alla presenza di un Presidente ed un Commissario esperto in tematiche sanitarie individuati e nominati dalla Regione.

L’esame finale consisterà in una prova scritta, una prova orale e un’esercitazione pratica.

2018 CENTRO STUDI SUPERIORI S.r.l. P.IVA/C.F. 02388300168 | CREDITS